Profilo ambientale ed energetico


grafico1L’energia usata nell’edilizia residenziale per riscaldare gli ambienti rappresenta circa il 35% del totale dei consumi energetici nazionali; essa provoca inoltre circa il 30% delle emissioni totali di anidride carbonica, una delle cause principali dell’effetto serra e del conseguente innalzamento della temperatura del globo terrestre.

Il Protocollo di Kyoto impegna i Paesi industrializzati e quelli ad economia in transizione a ridurre complessivamente del 5%, rispetto al 1990 e nel periodo 2008–2012, le principali emissioni antropogeniche dei gas capaci di alterare il naturale effetto serra (questi Stati sono attualmente responsabili di oltre il 70% delle emissioni).

L’uomo sta aumentando la quantità di anidride carbonica presente nell’aria bruciando combustibili fossili, producendo cemento e realizzando disboscamento. Circa il 22% delle attuali concentrazioni di CO2 nell’atmosfera sono prodotte da queste attività umane, considerato che non vi è variazione nelle quantità naturali di anidride carbonica.

RISPARMIO ENERGETICO

DISPERSIONI TERMICHE IN UN INVOLUCRO EDILIZIO
grafico2
Le attuali abitazioni sprecano quotidianamente molta energia causando contestualmente gli alti importi delle bollette energetiche.

Di tutta l’energia utilizzata in un edificio, una buona parte, viene dispersa attraverso le strutture e gli infissi perimetrali (tetto, muri, finestre).

Sul consumo totale di combustibile utilizzato per riscaldare un edificio, una buona coibentazione fa risparmiare dal 20% al 40% fin dal primo anno, con benefici notevoli sulla bolletta energetica.

In questo modo, anno dopo anno, si risparmia sui costi di riscaldamento creando allo stesso tempo un perfetto comfort abitativo.
Casina_dispersioni
I VANTAGGI DI UNA POLITICA DI RISPARMIO ENERGETICO SONO:

  • MINOR CONSUMO DI ENERGIA E RIDUZIONE DELLE SPESE PER IL RISCALDAMENTO ED IL CONDIZIONAMENTO.
  • AUMENTO DELLA VIVIBILITÀ INTERNA CON MIGLIORAMENTO DEL COMFORT E DEL BENESSERE PERSONALE.
  • CONTRIBUZIONE ALLA DIMINUZIONE DEI CONSUMI DI COMBUSTIBILI FOSSILI.
  • INVESTIMENTO PROFICUO DEL PROPRIO DENARO CHE AL TEMPO STESSO GENERA UN AUMENTO DEL VALORE DELL’ABITAZIONE.